Sicurezza

Image
Dai sempre la precedenza alla sicurezza

Sicurezza

Pianificare bene riduce il rischio di contrattempi. Ma cosa fare se dovesse comunque succedere qualcosa di imprevisto? In caso di temporale improvviso, se ti trovi davanti a un segnale di pericolo o a un cane da guardiania che abbaia? O se ti ritrovi addirittura in pericolo? Ti forniamo qui un piccolo vademecum della sicurezza

Image
Pianificazione e preparazione

Ben preparati

Un’accurata pianificazione aumenta il divertimento e la sicurezza. Ecco come fare.

Suggerimenti per la pianificazione
BFU_SBW_Banner_1280x880px_DE3-1024x704
Camminare sicuri in montagna

Ben più di una passeggiata

Sei in grado di affrontare percorsi segnalati in bianco-rosso-bianco? Vale a dire hai le condizioni fisiche, il passo sicuro e non soffri di vertigini? Fai il test di autovalutazione.    

Vai al test di autovalutazione

Abbi cura di te e degli altri. Non correre rischi, ma dai sempre la precedenza alla sicurezza.

Stagioni diverse – condizioni sentieristiche diverse

Ti capiamo, ma ti consigliamo di informarti se i sentieri sono già agibili. In particolare ad alta quota ci potrebbe essere ancora neve e anche d’estate è possibile imbattersi in zone con neve caduta in inverno. Nel tardo autunno i sentieri vengono preparati per la pausa invernale. Per esempio, ponti o funi di sicurezza vengono smontati per proteggerli dai danni causati dalla neve. Questo perché i sentieri escursionistici sono pensati per la bella stagione senza neve e ghiaccio, a meno che si tratti di sentieri invernali segnalati da cartelli rosa. Prima di metterti in cammino informati dunque sulle condizioni sentieristiche, per esempio telefonando alle funivie, al Comune o all’ufficio per il turismo.   

Image
Primavera

Escursionismo in primavera

 Le giornate più lunghe e le temperature più miti attirano all'aperto, spesso in montagna può esserci ancora neve.  

I nostri consigli
Image
Estate

Escursionismo in estate

Caldo, rinfrescamento duraturo e temporali: cosa tenere a mente durante le escursioni estive.

I nostri consigli
Image
Autunno

Escursionismo in autunno

Una buona pianificazione è importante in particolare in autunno inoltrato. Si fa più freddo, i sentieri possono essere ghiacciati e può anche nevicare.

Vai ai consigli
Image
Inverno

Escursionismo in inverno

Non solo il paesaggio cambia con la nevicata, ma anche il colore della segnaletica. A cosa bisogna prestare attenzione percorrendo i sentieri segnalati con cartelli rosa?  

Vai ai consigli
Emergenza

E cosa fare se succede qualcosa malgrado una buona pianificazione? In tal caso, mantieni la mente fredda e reagisci rapidamente. Seguendo questi consigli puoi prepararti a ogni evenienza.   

Dai protezione

Proteggi I feriti e le persone in difficoltà da ulteriori pericoli, dal freddo e dalle intemperie. Non dimenticare però la tua sicurezza.   

Presta aiuto  

Presta I primi soccorsi.   

Dai l’allarme  

Se necessario, allerta I soccorsi e avvia le operazioni di salvataggio; non lasciare I feriti da soli.   


1414

Soccorso rega   

112

Numero di emergenza internazionale: collega direttamente con l’unità di soccorso competente (ambulanza, polizia, pompieri). Questo numero può essere chiamato anche se la scheda SIM non ha più credito o il telefonino è bloccato. In quasi tutti i Paesi, infatti, funziona sulle reti GSM. Fuori della Svizzera la chiamata d’emergenza funziona anche senza scheda SIM.  

App Rega

Offre rapidamente aiuto in caso di emergenza ma anche consigli di primo soccorso.  

Altro
App Uepaa!

Non c’è campo? L’app Uepaa! ti permette di allertare i soccorsi ovunque ti trovi, anche quando non c’è campo.   

Altro
Caduta di sassi

Come comportarsi in presenza di rischio di caduta di sassi

In linea di massima, in montagna c’è sempre la possibilità di caduta di sassi. Il rischio aumenta in particolare dopo forti piogge o in presenza di forti escursioni termiche. Inoltre I sassi possono staccarsi e precipitare a valle a causa del passaggio di persone o animali. Ecco alcuni consigli su come proteggere te stesso e gli altri.  

Image
  • Chiedi informazioni in anticipo

    Informati se nella zona dove prevedi di fare l’escursione sono scattati allarmi o sono chiusi dei tratti di sentiero e, in presenza di condizioni avverse, scegli un itinerario diverso.  

  • Non abbassare la guardia

    Presta attenzione ai cartelli e ai segnali di pericolo. Non abbassare la guardia: quando un masso si stacca dalla montagna e precipita a valle, si sente spesso un rumore che può trasformarsi in rombo. Guarda bene dove metti I piedi per evitare di provocare tu stesso una caduta di sassi che potrebbero colpire altre persone. Torna sui tuoi passi se ti senti insicuro.   

  • Attraversamento di una zona a rischio di caduta di sassi

    Come reagire quando all’improvviso ti imbatti in un cartello con la scritta «attenzione caduta sassi» sul bordo del sentiero? Se, con I tuoi compagni, dovete attraversare un’area esposta alla caduta di sassi, fatelo uno alla volta, a passo veloce e sicuro, evitando di soffermarvi più del necessario (niente pic-nic o altre soste).  

  • In caso di caduta di sassi

    Allontanati dalla zona di pericolo il più rapidamente possibile. Se non puoi, riparati sotto una sporgenza rocciosa o appoggiati contro la parete per ridurre il rischio di essere colpito da pietre o massi. Proteggiti la testa con lo zaino o con le braccia. Presta I primi soccorsi ai feriti e, se necessario, allerta le forze di soccorso. Pensa comunque sempre anche alla tua sicurezza: finché non è cessata la caduta di sassi, resta sempre al riparo e aspetta che la situazione si normalizzi.  

Tag

App

Cliccando su un tag, puoi aggiungerlo al tuo account e ottenere contenuti personalizzati in base ai tuoi interessi. I tag possono essere salvati solo in un account.

L'articolo è stato aggiunto al carrello